Skip to main content

Premessa

Autostrade Tech, spin-off tecnologico del Gruppo Atlantia (al quale appartiene Autostrade per l’Italia) ha ereditato tutto il know how sviluppato dalla società madre nella ricerca e sviluppo e nell’integrazione dei sistemi hardware e software.
Il ruolo di Autostrade Tech è declinato in tre principali funzioni: technology provider, system integrator e service provider.
In questo case study racconteremo la tecnologia che Autostrade Tech fornisce ad Autostrade per l’Italia sulle nove sale di controllo sparse sul territorio nazionale, alle quali si aggiunge il centro multimediale di Roma.

Queste sale di controllo, rinnovate di recente, sono state realizzate con monitor NEC MultiSync serie XUNS, in configurazione videowall; il software di sistema AnyWall è stato sviluppato e ingegnerizzato da Crisma Security.

Il progetto ha richiesto l’adozione di un’interfaccia utente comune, studiata nei minimi particolari, per mettere in condizione tutti gli operatori delle diverse sale di controllo di monitorare il traffico sulle strade. Nello specifico: tutta la rete in concessione ad Autostrade per l’Italia, il tratto italiano del Traforo del Monte Bianco, il raccordo autostradale Valle d’Aosta, la tangenziale di Napoli, la società autostrade meridionali e la società autostrade tirrenica, per un totale di 3.020 km, 217 aree di servizio, 15 regioni e 60 provincie italiane.

Ci raccontano di più Moreno Bacchi, Responsabile sistemi viabilità, Autostrade Tech, Primo Ruben Di Natale, Autostrade per l’Italia, Coordinatore informazione e controllo traffico Direzione II Tronco, Alessandro Paperini, Software architect, Crisma Security.

La sfida: affidabilità e robustezza dei monitor, confort visivo

La gestione e il monitoraggio della rete autostradale viene realizzata nelle 9 sale di controllo realizzate da Autostrade Tech, dove ci lavorano 150 operatori specializzati, operativi 24 ore al giorno.

«La nostra sfida – ci spiega il Dott. Moreno Bacchi, Autostrade Tech, responsabile sistemi e viabilità – è stata quella di ingegnerizzare e omogeneizzare le sale di controllo per dare agli operatori che ci lavorano la possibilità di visualizzare immediatamente quello che sta succedendo sia nei tratti autostradali particolarmente trafficati ma anche nelle zone dove si è verificato, ad esempio, un incidente o un mezzo in avaria. Quando accade un evento, in sala di controllo arriva un allarme proveniente o dai sistemi automatici (AID) o dai viabili su strada o dai clienti esterni e l’operatore si attiva. Le immagini della criticità vengono prontamente portate all’attenzione del personale. E’ possibile ingrandire l’immagine in base alla sua importanza perché la flessibilità di visualizzazione è totale».

Videowall intelligenti di nuova generazione

AnyWall è in grado di gestire agevolmente la dislocazione dei contenuti sui monitor di una Control Room organizzando al meglio il layout, amplificando la capacità di analisi della situazione e permettendo delle decisioni più informate e consapevoli.

Maggiori informazioni

Le immagini vengono trasmesse dalle migliaia di telecamere installate lungo tutta la rete autostradale, dislocate nelle zone dove è necessario tenere sotto controllo la situazione, compresi quei tratti che nel tempo si sono rivelati i più critici.

Così come i display anche il software è determinante per elevare la produttività degli operatori, per metterli in condizione di lavorare meglio e di offrire un servizio più aggiornato e puntuale.

Scarica l'articolo completo in formato pdf

Leave a Reply

Close Menu